• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 

I VANTAGGI DI MATRIX

Sebbene abbiano un peso contenuto e ridotte dimensioni, gli amplificatori di potenza stereo montabili a rack Matrix GT1000FX 1u e GT1000FX 2u 19" con tecnologia a stato solido MOSFET offrono i seguenti vantaggi:

  • Un suono pieno e vivace
  • Un’eccellente dinamica
  • La potenza per emergere nel mix
  • 2x500 Watt stereo / 1000 Watt mono
  • Una produzione di calore contenuta
  • Nessun ronzio
  • Uscite potenti
  • Molta headroom
  • Modalità bridge e mono
  • Protezioni contro un uso non corretto
  • Collegamenti flessibili per utilizzo con varie impedenze e casse

MILLE WATTS

Non molti chitarristi avranno bisogno di 1000 Watts, ma avere una simile scorta di potenza con così tanta headroom e dinamica dietro di voi è sia impressionante che rassicurante. Oltre a questo entrambe le versioni da 1u e 2u del GT1000FX power amp sono estremamente flessibili quando si parla di connessioni a casse con diverse impedenze. In modalità bridged entrambi i moduli di amplificazione vengono combinati in un unico mostro di potenza.

UN ENORME POTENZA

  • 2 x 350 Watts a 8 Ohm
  • 2 x 500 Watts a 4 Ohm
  • 650 Watts in modalità bridged a 16 ohms
  • 1000 Watts in modalità bridged a 8 ohms

E tutto questo con un rapporto segnale-rumore di 96 dB ed un THD (total harmonic distortion) di soli 0.06% a 1kHz, o <0.1% tra 20Hz e 20kHz a piena potenza!

1 O 2 UNITA’

La versione da 1u del GT1000FX, con spazio e peso contenuti (solamente 3.7kg), ha 1000 Watts ed è ideale per l’utilizzo live. La versione da 2u pesa poco più di quattro chilogrammi e grazie alle dimensioni maggiori delle ventole è la scelta perfetta per lo studio o altro ambiente in cui si devono effettuare attività silenziose. A parte le ventole e l’altezza del l’unità, le due macchine sono costruite nello stesso identico modo.

IL CONCETTO

Gli amplificatori di potenza Matrix GT1000FX sono stati sviluppati specificatamente con in mente il chitarrista. Sono ideali per essere utilizzati con tutte le versioni dell’Axe-Fx e sono raccomandate da Fractal Audio. Ovviamente funzionano egregiamente anche con altri modeller di amplificatore ed effetti, preamplificatori valvolari, modelling amps con uscita di linea e come slave amp.

IL SUONO

They can do loud, they can do quiet and, should the need arise, they can do really, really loud as well. Punch, dynamics and great sound that really cuts through, in a way that gets every guitarist's heart going.

CONNESSIONI

A parte l’ovvia presa di corrente, il Matrix GT1000FX offre cinque jacks di connessione. Per ciascun canale vi è un ingresso Neutrik combinato 1/4”/XLR input ed un’uscita anch’essa combinata 1/4”/Speakon e per la modalità bridge c’è un’uscita dedicata da 1/4”/Speakon.

SPEAKERS ED IMPEDENZA

Ogni cassa acustica può essere collegata facilmente al Matrix GT1000FX. L’utente è completamente libero di scegliere di utilizzare sia un monitor full-range passivo o una cassa per chitarra, in entrambi i casi con o senza la simulazione di speaker/cabinet.

ADATTABILE AD OGNI CHITARRISTA

Quando si tratta di collegare una cassa acustica, il Matrix è estremamente amico dei chitarristi, tollerante e flessibile. Non vi sono problemi ad utilizzare una cassa 2x12 con uno speaker da 8 ohm e l’altro da 16 ohm in mono, e neppure ad utilizzare una cassa a 4 ohm da un lato e una cassa da 16 ohm dall’altro in modalità stereo. Per ciascun canale potete utilizzare qualsiasi speaker (o combinazioni di speakers) con un’impedenza minima di 4 ohms che diventa di 8 ohms in modalità bridged.

STEREO - MONO – MODALITA’ BRIDGED

  • Il pannello posteriore possiede uno switch per la selezione delle tre modalità di output. La modalità selezionata viene indicata tramite i LEDs sul pannello frontale:
  • In modalità stereo i canali A e B possono essere utilizzati indipendentemente e possono essere alimentati da segnali diversi.
  • In modalità mono parallelo l’input A alimenta entrambi i canali ed entrambi gli amplificatori. In questo caso l’input B non ha funzioni. Il volume di entrambi i canali può comunque essere regolato separatamente.
  • In modalità bridged (mono) il segnale in ingresso dal canale A è inviato fuori fase al canale B. Vi è un jacks per speaker dedicato nel caso di utilizzo della modalità bridged (mono).

CIRCUITI DI PROTEZIONE

  • Uno speciale circuito Soft Start assicura che quando l’unità viene accesa, la potenza venga erogata lentamente per evitare l’intervento dell’interruttore generale.
  • È presente una protezione integrata contro i corto circuiti degli altoparlanti ed il surriscaldamento.
  • Il “colpo” all’accensione è evitato grazie ad un ritardo nel collegamento degli altoparlanti controllato da relè.
  • Non ci sono collegamenti fisici con gli altoparlanti finché l'unità non è alimentata.
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok